CSV Caserta:I consiglieri incontreranno le OdV presso gli sportelli territoriali
Al fine di favorire la vicinanza tra CSV e organizzazioni di volontariato territoriale, a partire dalle prossime settimane i consiglieri del CSV Asso.Vo.Ce. Giuseppe Rauso, Michela Pirozzi, Salvatore Cuoci ed Ermanno Petrenga si renderanno disponibili a incontrare le OdV casertane presso gli sportelli territoriali dell’Agro Aversano e della Valle di Suessola. Le OdV potranno confrontarsi con loro sui problemi territoriali, sulle politiche del CSV e su proposte operative per migliorare i servizi offerti. Per Il Calendario degli incontri vai www.csvassovoce.it
 
CSV Avellino: nuovo CORSO di FORMAZIONE
Il Centro Servizi per il Volontariato “Irpinia Solidale”, nell’ambito delle attività di formazione, organizza un Corso dal titolo: “Volontari addetti all’accoglienza di richiedenti e beneficiari di protezione internazionale” Il percorso formativo, della durata di 60 ore si svolgerà a partire dal mese di giugno e sarà articolato in 10 incontri. Il corso ha la finalità di far acquisire specifiche competenze ai volontari degli ETS così da rispondere alle esigenze degli stessi e dei rispettivi ETS che si occupano di immigrazione in generale e di gestione/collaborazione con centri d’accoglienza dedicati a richiedenti asilo e rifugiati attivati dalle Prefetture (C.A.S.) e dai Comuni (S.P.R.A.R.), nonché progetti per il sostegno e l’inclusione dei migranti sul territorio gestiti dal privato sociale e dalle Istituzioni. Per Calendario, contenuti e programma del corso vai su www.irpiniasolidale.it
 
Archivio News

Archivio

 
I centri di servizio
Ai Centri di servizio è affidata l'erogazione dei servizi destinati alle organizzazioni di volontariato (iscritte e non nei registri regionali) al fine di sostenerne e qualificarne l'attività.

I Centri di Servizio vengono istituiti dal Comitato di gestione su richiesta che può essere presentata dagli enti locali, dalle organizzazioni e federazioni di volontariato e dalle fondazioni di origine bancaria.
Il Centro di servizio può essere gestito da un'organizzazione di volontariato o, in alternativa, un'entità giuridica costituita da organizzazioni di volontariato o con presenza maggioritaria di esse.

La caratteristica peculiare dei Centri di servizio è quindi di essere al contempo al servizio delle organizzazioni di volontariato e da queste gestiti, realizzandosi così il principio di autonomia del volontariato che la L. 266/91 ha inteso affermare.

Il Decreto Ministeriale dell'8 ottobre 1997 specifica alcune delle prestazioni mediante le quali i Centri di Servizio perseguono lo scopo di sostenere e qualificare l'attività di volontariato stabilendo che esse siano erogate sotto forma di servizi.

In particolare, secondo la norma, i Centri di servizio:
  • approntano strumenti ed iniziative per la crescita della cultura della solidarietà, la promozione di nuove iniziative di volontariato ed il rafforzamento di quelle esistenti;
  • offrono consulenza e assistenza qualificata, nonché strumenti per la progettazione, l'avvio e la realizzazione di specifiche attività;
  • assumono iniziative di formazione e qualificazione degli aderenti alle organizzazioni di volontariato;
  • offrono notizie, informazioni, documentazioni e dati sulle attività di volontariato.

L'elencazione della norma non esaurisce il ventaglio di tutte le possibili attività dei Centri di servizio, ma contribuisce in modo piuttosto chiaro a delinearne la tipologia.