ASSEMBLEA ELETTIVA CSV Caserta: Elena Pera è il nuovo presidente
Si sono riuniti il giorno 23 marzo 2019 presso Spazio X a Caserta i soci del CSV Asso.Vo.Ce., chiamati ai sensi dell’art. 5 dello Statuto e del regolamento elettivo di Asso.Vo.Ce. a votare i membri del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Garanti e del Collegio dei Revisori dei Conti. Dopo la nomina e l’insediamento del presidente e del segretario dell’assembla, la commissione elettorale ha introdotto la lista dei candidati. Al termine della relazione del presidente uscente Camillo Cantelli, si è quindi passati alla presentazione dei candidati e alle procedure elettive. •per il Consiglio Direttivo, i signori: Caputo Concetta; Castaldi Gennaro; Cuoci Salvatore; Martino Francesco; Pera Elena; Petrenga Ermanno; Pirozzi Michelina; Rauso Giuseppe. Il neo insediato Consiglio Direttivo si è quindi riunito per eleggere il presidente, nella persona di Pera Elena. Concetta Caputo ha ricevuto l’incarico di vicepresidente vicaria, mentre Salvatore Cuoci ricoprirà il ruolo di vicepresidente. Le deleghe di rappresentanza per CSVNet e per il Coordinamento regionale dei Centri di Servizio per il volontariato, sono state rispettivamente assegnate a Gennaro Castaldi e a Francesco Martino. La neopresidente Pera, ringraziando i presenti per la fiducia accordatale, ha così dichiarato: “Al termine delle procedure elettive, accolgo con senso di responsabilità la carica di presidente di Asso.Vo.Ce.. Mi impegnerò, come già dichiarato in assemblea, a svolgere il mio mandato dando centralità al volontariato e ai volontari con l'impegno che mi ha sempre contraddistinta e il rispetto dei principi di trasparenza e delle regole”.
 
CSV Avellino: Seminario In - formativo "Comunicazione Esterna per i volontari"
Venerdì 29 MARZO 2019 - Il CSV di Avellino offre la possibilità di acquisire le conoscenze per la comunicazione esterna imparando a padroneggiare le opportunità a portata di mano con gli strumenti di comunicazione a disposizione dell'ETS, con particolare attenzione per i quali il CSV può offrire un supporto (ufficio stampa, pagina web, attrezzature digitali, ...). In questa ottica sarà posta l'attenzione anche alla comunicazione narrativa o creativa, lo storytelling, che sta nel raccontare una storia per attirare l'attenzione di un pubblico e il messaggio che la storia vuole raccontare. L'aspetto evolutivo di tale formazione sarà il Digital Storytelling ovvero la narrazione realizzata con strumenti digitali ma con il contenuto di una struttura narrativa così da ottenere un racconto dagli elementi di vario genere (video, audio, immagini, testi). Per maggiori info vai su www.irpiniasolidale.it
 
Archivio News

Archivio

 
I centri di servizio
Ai Centri di servizio è affidata l'erogazione dei servizi destinati alle organizzazioni di volontariato (iscritte e non nei registri regionali) al fine di sostenerne e qualificarne l'attività.

I Centri di Servizio vengono istituiti dal Comitato di gestione su richiesta che può essere presentata dagli enti locali, dalle organizzazioni e federazioni di volontariato e dalle fondazioni di origine bancaria.
Il Centro di servizio può essere gestito da un'organizzazione di volontariato o, in alternativa, un'entità giuridica costituita da organizzazioni di volontariato o con presenza maggioritaria di esse.

La caratteristica peculiare dei Centri di servizio è quindi di essere al contempo al servizio delle organizzazioni di volontariato e da queste gestiti, realizzandosi così il principio di autonomia del volontariato che la L. 266/91 ha inteso affermare.

Il Decreto Ministeriale dell'8 ottobre 1997 specifica alcune delle prestazioni mediante le quali i Centri di Servizio perseguono lo scopo di sostenere e qualificare l'attività di volontariato stabilendo che esse siano erogate sotto forma di servizi.

In particolare, secondo la norma, i Centri di servizio:
  • approntano strumenti ed iniziative per la crescita della cultura della solidarietà, la promozione di nuove iniziative di volontariato ed il rafforzamento di quelle esistenti;
  • offrono consulenza e assistenza qualificata, nonché strumenti per la progettazione, l'avvio e la realizzazione di specifiche attività;
  • assumono iniziative di formazione e qualificazione degli aderenti alle organizzazioni di volontariato;
  • offrono notizie, informazioni, documentazioni e dati sulle attività di volontariato.

L'elencazione della norma non esaurisce il ventaglio di tutte le possibili attività dei Centri di servizio, ma contribuisce in modo piuttosto chiaro a delinearne la tipologia.